I miei nuovi amici online dating

GRANDI CITTÀ, PICCOLI PAESIQuesti programmi normalmente hanno successo nelle grandi città o, in alternativa, nei centri piccolissimi prosegue Nicoletta Vittadini, sociologa dell'università Cattolica di Milano -.

Questo perché entrambe le situazioni creano maggiore difficoltà di incontro.

Molto in voga sono anche le piattaforme che permettono di condividere l'amore per la buona tavola.

Una delle più famose al momento è Gnammo e si basa su un'idea semplice quanto geniale: il cosiddetto social eating.

Per questo i margini di espansione sono ancora notevoli, come dimostra il fenomeno del social eating che è in costante crescita». L'apripista è stato Blablacar, l'app di carpooling che fa incontrare proprietari di automobili in partenza con potenziali passeggeri.

Viaggiare insieme permette di risparmiare molti soldi e, chilometro dopo chilometro, di creare relazioni che in qualche caso durano le tempo. Crazy Cruises, per citarne uno, è un famosissimo blog dedicato al mondo delle crociere.

Per questo hanno cominciato a crescere i social che si basano su passioni comuni o i cosiddetti location based, che fanno perno su un determinato luogo o sono focalizzati su una determinata città».

Un esempio, in questo senso, sono le social street.

Qualcun altro li esalta, per la loro capacità di creare reti.In quest'ottica i siti non devono essere demonizzati.«Quando servono a fare networking possono, al contrario, essere molto preziosi continua l'esperta -, perché non hanno l'ambizione di sostituirsi ai rapporti, ma solo di facilitarli fra persone che hanno le stesse esigenze o lo stesso modo di vedere il mondo.E poi, grazie ai raduni nazionali, possono incontrarsi nella realtà e diventare amici.Sempre ai viaggi è dedicata Trav Buddy, una piattaforma creata per aiutare gli utenti a rintracciare persone con le quali condividere una vacanza.

Leave a Reply